Disfunzione erettile giovanile: che cos’è davvero?

Che cos’è la disfunzione erettile giovanile, quali sono le cause e quali le modalità per affrontare il problema in modo davvero efficace?

Cominciamo dicendo che il web è pieno di siti che propongono soluzioni “facili e veloci” per chi soffre di quella che viene impropriamente denominata “impotenza”. Ma attenzione! Se è la vostra salute e quella del vostro partner a starvi a cuore, il consiglio è quello di affidarvi ad un medico. No a rimedi fai da te, no a farmaci somministrati impropriamente da chi non ne conosce precisamente cause ed effetti, no a soluzioni a dir poco fantasiose.

visita dal dottore per disfunzione erettile giovanile

Che cos’è la disfunzione erettile giovanile

La disfunzione erettile consiste nell’incapacità di raggiungere e/o mantenere un’erezione sufficientemente valida da consentire un rapporto sessuale soddisfacente. Non tutti sanno che esiste uno specialista che si occupa proprio della salute e del benessere sessuale al maschile: l’andrologo è il medico che tratta in maniera mirata le patologie connesse all’apparato riproduttivo maschile. Insomma se avete il dubbio di soffrire di disfunzione erettile chiedete consiglio a chi davvero può aiutarvi.

Quali sono le cause della disfunzione erettile

Diffusa fino a pochi anni fa prevalentemente tra le fasce più mature d’età, negli ultimi tempi la disfunzione erettile si è manifestata con evidenza anche tra i giovani. Ciò dipende essenzialmente da due fattori: uno organico e l’altro psicologico. Il primo è determinato dal fatto che sempre di più i giovani prendono coscienza delle malformazioni congenite del pene ostative all’erezione, ne parlano con i genitori e si rivolgono ad uno specialista per la loro risoluzione; questo ha fatto aumentare in modo esponenziale i casi di disfunzione erettile giovanile, quegli stessi che negli anni precedenti restavano nascosti per molto tempo, anche per tutta la vita.

Attualmente, i giovani – decisamente più informati – sanno che le malformazioni congenite del pene possono essere rimosse completamente con interventi chirurgici, anche ambulatoriali, eseguiti da esperti chirurghi, con la conseguente scomparsa della disfunzione erettile. L’incurvamento (recurvatum) congenito del pene o le fimosi, ad esempio, che nel tempo hanno impedito meccanicamente e/o per vergogna l’erezione, ora sono quotidianamente risolte chirurgicamente, senza inestetismi o recidive, e ciò rende sempre maggiore il numero dei giovani che ricorrono al chirurgo.

Il secondo dei fattori che ha fatto recentemente emergere un crescente numero di disfunzioni erettili tra i giovani è dato dal forte senso d’insicurezza sessuale nei confronti delle coetanee, che attiva una risposta d’ansia da insuccesso o da prestazione capace d’inibire l’erezione. Anche queste problematiche sono, ad oggi, risolvibili con avanzate tecniche sessuologiche antistress.

giovane con problemi di disfunzione erettile

Come si fa la diagnosi

La diagnosi della disfunzione erettile giovanile percorre lo stesso iter in tutte le fasce d’età. Essa si articola, oltre all’esame obiettivo, in alcuni esami assolutamente non invasivi che danno risposte certe sia sulla matrice organica o psicogenica della patologia, sia della sua entità, indirizzando chiaramente verso una terapia farmacologica, chirurgica o sessuologica.

Perché la prevenzione è così importante

Mentre per le donne è consuetudine sottoporsi a visite ginecologiche periodiche fin dall’adolescenza, nei ragazzi tale abitudine è quasi completamente disattesa. Ciò impedisce non solo d’individuare precocemente patologie organiche importanti quali il varicocele, il carcinoma del testicolo, ecc… ma può persino ritardare o addirittura impedire una corretta diagnosi e quindi una veloce risoluzione della disfunzione erettile. La prevenzione è, dunque, fondamentale. È pertanto auspicabile che i ragazzi dai sedici/diciotto anni si sottopongano ad una visita andrologica proprio a fini preventivi e informativi.

E’ stato, inoltre, dimostrato dalla letteratura medica internazionale che la disfunzione erettile è il campanello d’allarme per eventuali future patologie quali, ad esempio, il diabete e le malattie cardiovascolari.

Insomma possiamo così sfatare diverse credenze popolari:

  • disfunzione erettile non significa impotenza;
  • la disfunzione erettile non è una malattia, ma un sintomo
  • la visita andrologica e la diagnostica strumentale permettono d’individuarne le cause e, conseguentemente, di risolvere in breve il problema.
Per saperne di più fai il test sulla disfunzione erettile e leggi anche “Disfunzione erettile: le terapie possibili”
Contatta il Dottore

I Miei Contatti

Contatti

Casa di Cura Villla Betania

Via PIO IV 42, 00100 Roma
Telefono: 0639940410

Centro Specialisitico Minerva

Via Brescia 25, 00198 Roma
Telefono: 06 8845966

Medical Center

Viale Pierluigi Nervi 56, 04100 Latina
Telefono: +393929098529