Indietro

INFERTILITA’ MASCHILE

 

L'infertilità di coppia è un problema di vaste proporzioni e anche in Italia coinvolge decine di

migliaia di persone.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima intorno al 15-20% le coppie con problemi di fertilità nel paesi industriali avanzati. Tale percentuale è purtroppo destinata ad aumentare per varie ragioni ma soprattutto per il problema ambientale, per la sofisticazione degli alimenti e lo stile di vita.
L'infertilità di coppia è legata nel 35% circa dei casi al fattore femminile, nel 30% al fattore maschile; nel 20% dei casi si rilevano problemi in ambedue i partner e nel 15% dei casi l'infertilità rimane sconosciuta (infertilità inspiegata).

Le cause di infertilità maschile possono essere:  Infezioni didimarie ed epididimarie, prostatiti, varicocele, criptorchidismo, ipogonadismo endocrino, ostruzione delle vie seminali, disfunzione erettile e\o eiaculatoria, cause genetiche.

La diagnosi si effettua attraverso un anamnesi accurata, un esame obiettivo, l’assetto ormonale, lo spermiogramma (esame del liquido seminale) con eventuale spermiocoltura, un ecografia testicolare, il doppler dei vasi testicolari e l’ecografia prostatica trans rettale per la valutazione delle vescicole seminali.

 

DIAGNOSI INFERTILITA’ MASCHILE

 

ESAME OBIETTIVO


La visita comprende la palpazione scrotale, l'apprezzamento dei testicolare, epididimi e dei ferenti, l'esplorazione rettale per la valutazione della prostata.

 

SPERMIOGRAMMA (Esame del Liquido Seminale)

 

Lo spermiogramma è un indagine di laboratorio fondamentale  per la valutazione della fertilità maschile. Puossiamo avere i seguenti risultati

-          OLIGOSPERMIA se il numero di spermatozoi è inferiore a venti milioni per ml.

-          AZOOSPERMIA la mancanza totale di spermatozoi ed aspermia l'assenza di liquido seminale (per esempio a causa di una ostruzione).

-          ASTENOSPERMIA quando è ridotta la motilità degli spermatozoi per cui essi non sono in grado di raggiungere l'ovocita.

L'esame seminale alterato andrebbe completato a sempre con la spermiocultura per evidenziare eventuali germi presenti e con la ricerca di anticorpi antispermatozoi mediante il test di agglutinazione mista (MAR test).

 

DOSAGGI ORMONALI
 

Debbono essere valutati i valori dell'FSH . Valori elevati di FSH indicano un danno testicolare primitivo; valori  bassi associati ad azoospermia o a oligozoospermia severa sono indicativi per un'ipogonadismo ipogonadotropo; utile il dosaggio di Prolattina; LH e Testosterone.

 

ESAMI STRUMENTALI


Possono essere richiesti dal medico esami strumentali aggiuntivi quali:
- Ecografia scrotale e del testicolo, per diagnosticare alcune anomalie tra cui l'agenesia dei vasi deferenti, le patologie dell'epididimo, tumori testicolari, spermatocele etc.
- Ecografia trans-rettale per diagnosticare una eventuale agenesia delle vescichette seminali e dei vasi deferenti, patologie prostatiche quali prostatite, ascesso prostatico, ipertrofia prostatica oltrechè forme ostruttive acquisite delle vie seminali distali
- Eco-Doppler: per la diagnosi e la valutazione dell'entità di un varicocele.

 

BIOPSIA TESTICOLARE

 

La biopsia testicolare  è utile nella diagnosi differenziale tra le azoo-/oligozoo-spermie ostruttive e non-ostruttive. Si esegue un  prelievo per l’esame istologico e può essere sia a cielo aperto, sia percutanea con ago tipo Tru-Cut .

Le indicazioni sono rappresentate da azoospermia o oligozoospermia severa (< 5 milioni/ml) , testicoli di consistenza e dimensioni normali  e livelli normali di FSH.

Si effettua il prelievo in anestesia locale in Day Hospital.

  

DEFERENTOVESCICOLOGRAFIA

 

E’ una radiografia che valuta la morfologia e la pervietà delle vie seminali distali.
Può essere: Anterograda, Retrograda per cateterizzazione dei dotti ejaculatori (endoscopica), o per Puntura transrettale o transperineale con l’uso di anestetico locale in Day Hospital.

Attraverso l’immissione del mezzo di contrasto si opacizzano il deferente, le ampolle deferenziali, le vescicole seminali, i dotti eiaculatori, e, alla fine, si avrà reflusso del contrasto in vescica.

  

OPZIONI TERAPEUTICHE

-          INSEMINAZIONE INTRAUTERINA (IUI): viene eseguita nei casi di sterilità inspiegata nei quali una o ambedue le tube sono pervie ed i parametri seminali appaiono pressochè normali.

-          INSEMINAZIONE INTRATUBARICA(ITI): questa tecnica è applicabile alla maggior parte delle coppie infertili eccetto quando entrambe le salpingi sono ostruite o in casi di severa sub fertilità maschile

-          FIVET (Fecondazione in vitro) è una delle tecniche più diffuse e conosciute.

-          ICSI: Iniezione dello spermatozoo nell'ovocita

-          PESA (aspirazione percutanea degli spermatozoi dai testicoli ed epididimo)

-          TESA (prelievo bioptico degli spermatozoi o spermatidi dal testicolo)